Casa delle donne contro la violenza – 25 novembre

folders - pieghevoli - casa delle donne contro la violenza - modena

Per la Casa delle donne contro la violenza di Modena sono state realizzate le illustrazioni per due pieghevoli promozionali in occasione del 25 novembre 2015, giornata mondiale contro la violenza sulle donne, per il Centro Antiviolenza e per le diverse attività dell’Associazione, tra le quali anche i progetti Semira Adamu, Oltre lo sfruttamento, Rielaborando.

 

Details

Cliente: Associazione Casa delle Donne Contro la Violenza – Modena, 2015
Media: folders 10x21cm & 10,5x10cm
Work: illustration, artwork, copywriting

 

 

 

LOGO-CASA-DELLE-DONNE-MODENA

 

L’Associazione Casa delle donne contro la violenza onlus affonda le sue radici nei movimenti e nei gruppi femminili che erano attivi già dal 1972 nella città di Modena.Tutte le attività e gli interventi realizzati in questi anni hanno trovato il loro fondamento operativo e metodologico che caratterizza questo luogo e cioè la pratica della relazione tra donne come presupposto comune a tutte e il metodo del lavoro di gruppo come strumento organizzativo applicato a tutte le attività associative e la messa in rete delle risorse interne e del territorio.

Dal 1991 nasce l’Associazione che negli anni darà vita a tre attività di servizio: l’ospitalità ed il sostegno alle donne vittime di violenza domestica, il sostegno alle ragazze vittime della tratta e alle donne migranti che si trovano in situazione di difficoltà nel corso del loro progetto migratorio. Rispetto alle altre Associazioni femminili della città, l’Ass. Casa delle donne contro la violenzaonlus si rivolge nello specifico a singole donne proponendosi di garantire oltre che un servizio qualificato, anche un cambiamento culturale, sociale e politico all’interno della collettività.

Dal 1991 ad oggi, l’Associazione rinnova ogni due anni la Convenzione con il Comune di Modena per la gestione del Centro contro la violenza; dal 1998 rinnova annualmente la Convenzione con la Regione Emilia Romagna per i percorsi di uscita dalla prostituzione coatta e dal 2007 una ulteriore convenzione annuale con il Comune per l’assistenza a donne immigrate vittime del reato di mantenimento e riduzione in schiavitù, conosciuto come articolo 13.

Nel 1998 ha contribuito a stilare un progetto di emergenza per donne maltrattate sul territorio kosovaro dal titolo “Dignità delle donne, dignità del Kosovo”. Nel 1999 ha collaborato al progetto di ricerca europeo “Uomini violenti, che fare?” finanziato dall’iniziativa Daphne della Commissione Europea; sempre nello stesso anno ha contribuito all’avvio e alla costituzione del Centro di ricerche sulla società femminile, pubblicando gli atti del convegno internazionale tenutosi a Modena denominato “Risposta agli uomini che usano violenza contro le donne: una ricerca europea”.

L’Associazione organizza periodicamente corsi di formazione per future volontarie dell’Associazione e corsi rivolti alla formazione degli operatori ed operatrici dei Servizi Pubblici sul tema della violenza alle donne, del disagio femminile e sull’identità di genere.

Fa parte delle associazioni fondatrici di Di.Re, l’Associazione nazionale dei Centri antiviolenza italiani costituitasi nel settembre 2008 e del Coordinamento regionale dei Centri contro la violenza della Regione Emilia Romagna con il quale monitora e diffonde costantemente i dati e i mutamenti sulla situazione relativa alla violenza di genere.